Glossario Musica

1. Web 1.0: Le informazioni vengono pubblicate in maniera statica in modo che l'utente ha solo la possibilità di leggere quanto scritto e non ha facoltà di interagire con la pagina;

2. Fake : dall'inglese "falso", "posticcio"; nelle comunità virtuali è un utente che falsifica in modo significativo la propria identità;

3. Software peer to peer:
1) In generale, il peer to peer (P2P) è un modello di comunicazione nel quale ciascuna delle parti ha le stesse funzionalità e ognuna delle parti puo' iniziare la sessione di comunicazione, in contrasto con altri modelli come il server/client o il master/slave. In alcuni casi, la comunicazione P2P viene implementata dando ad ognuno dei nodi di comunicazione le funzionalità di server e client. Nel linguaggio corrente il termine Peer to Peer viene usato per descrivere le applicazioni con le quali gli utenti possono, attraverso Internet, scambiarsi direttamente files con altri utenti;
2) In particolare, per quanto riguarda Internet, P2P è un tipo di network transiente che permette ad un gruppo di persone con lo stesso programma, di connettersi e accedere direttamente alle risorse condivise. Napster, Gnutella, Kazaa e altri sono esempi di tali software;

4. Web 2.0: Si tende a indicare l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione tra il sito web e l'utente;

5. Wiki: Software collaborativo per la condivisione di informazioni e contenuti. Il progetto Wiki nasce dal gruppo Wikipedia, che ha sviluppato il software per la propria enciclopedia online e che poi ha deciso di rilasciare il software in versione stand alone.
Caratteristica dei sistemi Wiki sono l'esiguità del numero di permessi necessari per aggiungere o modificare le informazioni presenti. Questo porta alla collaborazione spontanea di un elevato numero di persone;

6. Flickr: è un sito web multilingua che permette agli iscritti di condividere fotografie personali con chiunque abbia accesso a Internet, in un ambiente web 2.0.;

7. User-generated content: letteralmente “Contenuto creato dagli utenti”
Contenuto creato dagli utenti di un sito, distinto dal contenuto creato dal webmaster. L'UGC può essere una recensione su Amazon, un video su YouTube;

8. Ipertesto: insieme di documenti di testo connessi da link. Di fatto, mentre un testo tradizionale viene letto linearmente, un ipertesto si può consultare a salti per associazioni di concetti. L'idea di un formato ipertestuale fu quella che portò nel 1989 alla nascita di Internet;

9. iTunes: Software di Apple che permette di acquistare musica on line e scaricarla direttamente sull'Ipod;

10. Folksonomy : è un sistema di classificazione derivato dal metodo di creazione collaborativa e gestione di nomi per annotare e classificare i contenuti;
Questa pratica è conosciuta anche come tagging collaborativo, classificazione sociale, indicizzazione sociale e social tagging. Folksonomy,è un termine coniato da Thomas Vander Wal.

11. Cloud computing: letteralmente "Elaborazione nella Nuvola”. Il Cloud Computing è un insieme di tecnologie che consentono l’accesso a risorse (CPU, reti, server, storage, applicazioni e servizi) in modo configurabile e "tagliato su misura" per l'utilizzo richiesto.
All'inizio di questo decennio (2011-2020) le principali aziende informatiche hanno iniziato a proporsi come fornitori "cloud". Alcuni esempi specializzati sono i servizi offerti da Google (Gmail), Microsoft (Hotmail), YouTube e Flickr; Amazon fu la prima ad aprire commercialmente con il suo Amazon Elastic Compute Cloud.
Nel cloud computing non esiste "un server" come tradizionalmente lo si intende, ovvero una singola macchina, eventualmente ridondata contro eventuali perdite d'informazioni, situata in una località nota. Esiste, invece, un gruppo distribuito di server interconnessi ("la nuvola") che gestiscono servizi, eseguono applicazioni ed archiviano documenti in modo totalmente trasparente all'utilizzatore;

12. Google Wave: sistema di aggregazione e condivisione di tutte le applicazioni google online è "uno strumento personale di comunicazione e collaborazione" annunciato da Google alla conferenza Google I/O il 27 maggio 2009. Si tratta di una applicazione web, di una piattaforma e di un protocollo di comunicazione pensato per riunire email, messaggistica istantanea, wiki e social network;

13. Browser : è un programma che fornisce uno strumento per navigare e interagire con i contenuti che si trovano nel World Wide Web. Tecnicamente un browser è una applicazione client che utilizza il protocollo HTTP per inoltrare le richieste dell’utente ad un web server;

14. Cloud locker: è un servizio per il salvataggio remoto delle tracce musicali acquistate da riprodurre in streaming sui propri device.

15. iCloud: è un database online dove vengono registrati i dati del nostro dispositivo, e automaticamente vengono replicati in tutti quelli che sono connessi ad iCloud. Dunque non sarà una vera e propria sostituzione di memoria, bensì un supporto per trasferire i file molto più velocemente.

16. Streaming: Tipo di trasferimento di dati continuo ed ininterrotto. Esso si attua mediante la suddivisione del file in pacchetti che vengono caricati uno alla volta dall'utente.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License